Vai alla sezione News
14/02/2018

2018 ANNO DEL CIBO ITALIANO

Casalini: «Iniziativa lodevole. Purtroppo il governo dimentica l'industria di trasformazione alimentare»
8 di 55

UnionAlimentari celebra i 25 anni discutendo di «Opportunità e criticità per le PMI alimentari italiane»

Il convegno questa mattina nella sede di Apindustria
 
Si è tenuto questa mattina nella sede di Apindustria a Brescia il convegno sul tema «Opportunità e criticità per le PMI alimentari italiane», organizzato da UnionAlimentari-Confapi, Unione Nazionale della Piccola e Media Industria Alimentare, in occasione del 25° anniversario dell’atto costitutivo. Un’occasione di confronto sulle sfide che attendono le PMI alimentari all’interno dell’attuale contesto competitivo e di riflessione fra imprenditori che quotidianamente affrontano difficoltà normative, burocratiche e di mercato.

Dopo i saluti di benvenuto di, Douglas Sivieri, presidente di Apindustria Brescia, il Presidente UnionAlimentari, Antonio Casalini, ha introdotto i vari ospiti intervenuti nell’ambito del confronto: Massimiliano Salini, Deputato al Parlamento Europeo e membro della Commissione industria, il Ten. Col. Alessio Carparelli, Comandante del Gruppo Carabinieri per la Tutela della Salute di Milano, Marco Pedroni, Presidente di COOP Italia,  Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Brescia e Lombardia, e Domenico Lunghi, Exhibition Director Food e Food Tech di Fiera Milano SpA.

«I 25 anni di UnionAlimentari sono una bella occasione per riflettere sul contributo fondamentale delle PMI all’eccellenza agroalimentare italiana – ha affermato poi Marco Pedroni, Presidente di COOP Italia. -. La straordinaria qualità e varietà enogastronomica italiana ha bisogno di imprese che continuino ad alimentarla, sia nel paese che all’estero. Come Coop siamo da sempre impegnati a sostenere e far crescere l’efficienza e la competitività dei nostri partner commerciali che producono i nostri Prodotti a Marchio Coop. Un cibo buono, sicuro e giusto è non solo un obiettivo nostro, ma credo possa essere assunto da tutta la filiera».

«Il settore Food è una delle eccellenze del nostro Paese, uno dei pilastri fondamentali della nostra economia e si basa, in gran parte, sul lavoro delle Piccole e Medie Industrie che, in questi anni di crisi sono riuscite a mantenere un livello altissimo della qualità oltre che i posti di lavoro – ha sottolineato Maurizio Casasco, Presidente di Confapi -. È però ora necessario il sostegno organico di tutto il sistema Paese. Noi di Confapi insieme al presidente Casalini continueremo a lavorare per fornire al consumatore prodotti di qualità superiore e per una maggiore conoscenza del Made in Italy all'estero».

«L’anniversario di fondazione è una buona motivazione per interrogarci anche sul ruolo associativo – ha spiegato Antonio Casalini, Presidente di UnionAlimentari -. L’attività della verticale di Confapi si concentra su tematiche specifiche del settore alimentare. Siamo vicini agli imprenditori per soddisfare le problematiche reali tipiche delle imprese del nostro settore, ma è giusto riflettere sempre su dove vorremo essere domani, per prepararci al meglio fin da oggi. Un’associazione deve farlo partendo dagli obiettivi dei propri associati».

Nell’occasione è stato consegnato un simbolico riconoscimento ad alcuni imprenditori che hanno contribuito alla fondazione dell’Unione: Valledoro (Bs), Alcass (Bs), Menù (Mo), Pastificio Andalini (Fe), Igor (No), Zaghis (Tv). Tra questi particolarmente sentito un video dell’azienda Menù, crollata e ricostruita dopo il terremoto dell’Emilia.

 
 
Accedi/Login
Newsletter
Questo sito utilizza cookies. Navigando in questo sito, l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies secondo queste modalità.