Ultim'ora alimentare

Etichetta alimentare: il Parlamento europeo trova un accordo

Nuove norme per rendere più chiare le informazioni riguardanti le percentuali di grassi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale. Novità anche per l'indicazione d'origine.
Con 606 favorevoli, 46 contrari e 6 astensioni è stata approvata dal Parlamento europeo la relazione di Renate Sommer, membro della Commissione Ambiente, Sanità pubblica e Sicurezza alimentare. Il documento dispone che il contenuto energetico e le percentuali di grassi, grassi saturi, carboidrati, proteine e sale sono informazioni che devono essere indicate in una tabella comprensibile sull'imballaggio, insieme e nel medesimo campo visivo.


OGM: I SINGOLI STATI POTRANNO VIETARE LA COLTIVAZIONE

Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza la proposta della Commissione che prevede per gli Stati membri la possibilità di limitare o vietare le coltivazioni di OGM. Ora il passaggio in Consiglio.
Il Parlamento europeo, in seduta plenaria, ha approvato con 548 voti favorevoli, 84 contrari e 31 astensioni la proposta della Commissione presentata dalla relatrice, ex Ministro dell’Ambiente francese, Corinne Lepage, che permette agli Stati membri di limitare o vietare le coltivazioni di organismi geneticamente modificati.


Nuove regole per i certificati veterinari dei prodotti esportati verso i Paesi dell'Unione doganale (Federazione russa, Bielorussia e Kazakistan)

Obbligatori tibro e firma del veterinario certificatore
Il Dipartimento della Sanità Pubblica Veterinaria , della Nutrizione e della Sicurezza degli Alimenti ha diramato una nota informativa in merito alle nuove disposizioni introdotte da una circolare del Comitato doganale della Federazione russa in relazione alle norme per la compilazione dei certificati veterinari che accompagnano i prodotti di origine animale.


Informazioni sugli alimenti: se ne parla a Strasburgo

Etichettatura dei generi alimentari e coltivazioni OGM, i temi di discussione
Durante la sessione plenaria del Parlamento europeo, che si terrà dal 4 al 7 luglio prossimi, si parlerà di alcune tematiche alimentari, relative in particolar modo alla questione delle informazioni sulle etichette dei generi alimentari e alla possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare le coltivazioni OGM.


Eurobarometro

Consumatori europei poco consapevoli
Secondo uno studio di Eurobarometro presentato in occasione del Vertice europeo dei consumatori 2011, meno del 50% dei consumatori europei intervistati si è dichiarato sicuro, informato e tutelato in quanto consumatore.   Quelli consapevoli identificano facilmente la migliore offerta, conoscono i loro diritti e in caso di problemi fanno ricorso.


L'acquolina in bocca è prodotta da odore e sapore del cibo

Le immagini non sono determinanti
Londra, aprile 2011. Un recente studio inglese ha dimostrato come l'acquolina in bocca (l'aumento della salivazione che è sinonimo di desiderio di fame) non scaturisce dalla vista di immagini riguardanti il cibo, bensì dall'odore e dal sapore che questo possiede. La ricerca, quindi, demolisce uno degli assunti fondamentali del marketing secondo il quale un'immagine accattivante del prodotto (in questo caso dell'alimento) può invogliare all'acquisto.


Distribuire in Cina i sapori italiani con un marketplace

Logistica
01 Aprile 2011. Dallo scorso 15 di febbraio, in coincidenza con l'inizio del nuovo anno cinese, è partito "Taste of Italy", la selezione gratuita delle eccellenze italiane del food & beverage nostrano per il mercato cinese e asiatico organizzato dall'Italian Excellence Center @ My China B2b - Cloud Edition, network cinese con oltre 150mila imprese certificate.


Nuovi alimenti

Non ci saranno etichette sui cibi clonati
Bruxelles, 29 marzo 2011. É fallita la trattativa fra Parlamento e Consiglio. Servono altri tre anni per una legislazione in materia. I negoziati sulle modifiche alla legislazione sui nuovi alimenti (novel food) si sono conclusi senza un accordo a causa del rifiuto del Consiglio di accettare l'offerta finale presentata dal Parlamento.


Nucleare: il Parlamento europeo fissa i livelli massimi

di radioattività di alimenti e mangimi nelle emergenze
Bruxelles, marzo 2011. Il Parlamento europeo ha dato il via libera (con una risoluzione legislativa) al regolamento del Consiglio Euratom che prevede l’istitituzione di un sistema per fissare livelli di radioattività massimi ammissibili per i prodotti alimentari e per gli alimenti per animali a seguito di un incidente nucleare o in qualsiasi altro caso di emergenza radioattiva.


Il bilancio sulle abitudini alimentari degli italiani nei 150 anni di storia

L'opuscolo dell'INRAN
Roma, 17 marzo 2011. L’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN), ente pubblico di ricerca dipendente dal Ministero dell’Agricoltura, celebra i 150 anni dell'unità d'Italia pubblicando sul proprio sito un interessante opuscolo sulle abitudini alimentari degli italiani nell’ultimo secolo e mezzo.


Accedi/Login
Newsletter
Questo sito utilizza cookies. Navigando in questo sito, l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies secondo queste modalità.